Catalogna: la roccaforte europea della democrazia e del civismo

Ornella Demuru's picture

"È stata una vera e propria ondata di fascismo, la più violenta e dannosa che questo Paese abbia mai avuto." - Eleanor Roosevelt

 

Pensavo a quando, negli anni cosiddetti del maccartismo, negli Stati Uniti era illegale essere iscritti al Partito Comunista, e si veniva arrestati. 

Nelle fabbriche i lavoratori furono obbligati a fare un giuramento, quello di non essere comunisti. 

Chi si rifiutata di giurare veniva licenziato, e perseguitato in quanto considerato sovversivo. 

Molti intellettuali, registi e attori di Hollywood vennero ostracizzati per essere sospettati di filo-comunismo. 

Uno fra tutti lo sceneggiatore Dalton Trumbo, di cui abbiamo conosciuto la sua incredibile vicenda nel recente film biografico di Jay Roach del 2016. 

Gli "eredi" di questi perseguitati, di questi statunitensi disgraziati, qui in Europa oggi - paradossalmente - si trovano d'accordo con il metodo Joseph McCarthy, cioè quella brutta America che la stessa moglie del presidente Roosvelt, Eleanor definì " era fascista".

Oggi molti, troppi europei e italiani hanno stabilito che il loro vecchio carnefice aveva ragione. 

Chi crede in un'idea non conforme al potere, un'idea non maggioritaria va perseguitato e infine arrestato.

Non li ho mai visti smaniare per l'America di Obama questi comunisti italiani. 

Si proprio quel presidente che dai suoi detrattori veniva tacciato di "socialismo".

Questi tristi e poco coraggiosi epigoni dell'intellighenzia di sinistra del '900 sono molto più vicini e concordi con l'America di Trump. 

Si, i sedicenti comunisti italiani sono dalla parte del plurimiliardario, capitalista, razzista e illiberale Donald Trump che appoggia Mariano Rayoi senza tentennamenti.

Così come sono d'accordo con le considerazioni e le soluzioni politiche che l'Europa del potere e dei Governi centrali in questi giorni sta portando avanti.

Hanno un unico credo: la statolatria. 

Ma più di tutto sono ciechi, sordi e muti di fronte a istanze popolari, portate avanti democraticamente con civiltà e un dimenticato e lontano pacifismo.

Di fronte alla polizia che mena vecchi, donne e ragazzi innalzano la bandiera della Legge dello Stato, intoccabile da qualsiasi forma di istanza pacifica e democratica.

Pena il discredito e il carcere. E spero non vadano oltre.

Ecco fatta l'analisi delle condizioni attuali della sinistra italiana.

Trascorrono il loro tempo a cercare il responsabile delle sconfitte elettorali. 

Non si rendono conto che sono loro il suicidio di loro stessi.

Non hanno più una bussola. Non gli è rimasto niente dei principi di solidarietà, rappresentanza, progressismo e diritti civili.

Non sono di certo comunisti, ma neanche socialisti, nè tanto meno socialdemocratici. 

Sono conservatori e reazionari. 

Insomma hanno sposato la destra ma son convinti di essere single.

 

Viva la libertà, viva la Catalogna libera, viva la nuova Europa.

A innantis!

 

Ornella Demuru

 

Go to top